Infortunio in strada? Quando è possibile richiedere un risarcimento

Inciampare e farsi male quando ci si trova in un’ area pedonale, parco giochi o qualunque luogo dedicato alla socialità è un problema sempre più frequente, conseguenza della poca manutenzione che i Comuni o gli enti competenti dedicano a questi spazi.

L’articolo n. 2051 del Codice Civile tratta questo genere di casistiche e se possibile ne prevede un risarcimento.

Nel momento in cui l’infortunio si verifica a causa della mancata manutenzione e non è la conseguenza di una distrazione è possibile richiedere un risarcimento.

Nella maggior parte dei casi il soggetto a cui rivolgersi per questo genere di incidenti è il Comune. Il gestore dello spazio pubblico è infatti il solo responsabile nel caso in cui è dimostrabile che l’incidente si è verificato a causa di incuria.

La manutenzione degli spazi pubblici può essere anche di competenza della Provincia, associazioni o altri enti. È buona norma prima di procedere con la richiesta di risarcimento, verificare a chi spetta la reale competenza.

Il risarcimento può essere richiesto nel momento in cui si possiedono le seguenti condizioni specifiche:

  • Danno Biologico o materiale
  • Causa
  • Prove specifiche

Quando si presenta la domanda di risarcimento è necessaria la presenza di un testimone che certifica i fatti, del materiale che attesti la mancata manutenzione e la dimostrazione del danno fisico subito ( es. referto di un medico, perizia di una specialista).

Richiedere il risarcimento ad un ente pubblico genera sicuramente dei lunghi periodi di attesa, oltre alla necessità di un avvocato.

Nonsolopolizze.it consiglia di stipulare una polizza infortuni per ricevere il risarcimento in tempi molto più brevi, direttamente dalla compagnia assicurativa.

Il nostro staff è a tua completa disposizione, per qualsiasi informazione non esitare a contattarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *