Bollo auto 2019, le novità previste dalla legge.

Il 2019, come ogni inizio anno,  porterà con se tante novità, tra le più significative ciò che riguarda il bollo auto 2019, inserito nella nuova legge di bilancio.

Il Bollo è una tassa automobilistica considerata come contributo regionale che tutti i possessori di autoveicoli e motoveicoli immatricolati nella Repubblica Italiana devono versare.

La nuova legge di bilancio 2019 prevede che mentre precedentemente il bollo veniva calcolato in base alla potenza di una vettura a partire dal 2019 sarà calcolato in base al livello di inquinamento del veicolo. La strategia adottata mira sicuramente ad incentivare l’utilizzo di auto ecosostenibili.

Il governo punta ad aumentare il bollo delle vetture Euro 1, Euro 2, Euro 3, una scelta a favore del nostro ecosistema oltre che all’economia del paese.

Disincentivare l’uso dei veicoli più inquinanti e sostenere tutti i veicoli Euro 4, Euro 5, ed Euro 6 sarà, infatti, una scelta che sicuramente incentiverà l’acquisto di vetture più moderne.

L’idea del governo prende sicuramente spunto dal fatto che già in molte regioni Italiane è stata vietata la circolazione in centro delle auto più inquinanti.

Ad oggi solo in alcune particolari situazioni è possibile essere esonerati dal pagamento del bollo. L’esenzione dal pagamento del bollo secondo la legge in vigore è disposta solo per veicoli intestati ad una persona disabile oppure ad un soggetto che ha un disabile a carico fiscale. Persone soggette a gravi patologie o disabilità psichiche e motorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *